Parte rilevante dell'Archivio AccasFilm è composto da interviste e speciali di Enzo Biagi, e non solo, prodotti per Arnoldo Mondadori Editore.

La casa editrice, sul finire degli anni '70 intraprende l’avventura televisiva producendo contenuti originali, con il marchio Telemond, che distribuisce attraverso un circuito di emittenti private.

Nascono così LE GRANDI INTERVISTE di Enzo Biagi, che annoverano tra i primi protagonisti, il Generale Carlo Alberto Dalla Chiesa e l’allora Presidente della Repubblica Sandro Pertini (1981).

E proprio da quel circuito di emittenti private nei primi giorni del 1982 nasce Retequattro, con cui Enzo Biagi continua a collaborare e realizza, con il regista Sandro Bolchi, la serie RITRATTI: sei episodi con protagonisti Enzo Ferrari, Luciano Pavarotti, Federico Fellini, Carla Fracci, Vittorio Gassman e Ugo Tognazzi.

Fanno parte della collaborazione con Bolchi anche la miniserie in due episodi dedicata all’Arena di Verona, e la serie in sei episodi dedicata al Teatro alla Scala.

Nel 1983 Biagi continua la serie delle GRANDI INTERVISTE: Michele Sindona in un carcere americano, Stefano Delle Chiaie nella savana di Bogotà, Patrizio Peci alla sua prima intervista dopo il pentimento. E ancora Woody Allen, Toni Negri, Maria Josè e la stirpe di Casa Savoia, la moglie di Roberto Calvi, Giulio Andreotti.

Nello stesso anno, durante lo speciale  “Linea Rossa” Biagi, primo tra tutti, annuncia la messa in onda del video, diffuso dalle Brigate Rosse, del processo proletario e della successiva condanna a morte di Roberto Peci, ma il video viene sequestrato su istanza della sorella di Peci e verrà mandato in onda solo successivamente.

Realizza inoltre la trasmissione FILM STORY costruita sul rodato schema di messa in onda di un film e conseguente dibattito con ospiti, in collaborazione con la Televisione Svizzera. Spiccano tra le testimonianze, quella del giornalista Giuseppe Fava, ucciso dalla mafia la settimana successiva all’ intervista e quella a Donatella Colasanti, sopravvissuta al massacro del Circeo.

Nel 1984 il direttore di Retequattro, Carlo Freccero, annuncia PROIBITO il nuovo programma di Enzo Biagi incentrato su temi all’epoca scabrosi, come droga, omosessualità, incesto. Nel Luglio di quello stesso anno Mondadori cede a Fininvest l'emittente ed il programma, ancora in fase di realizzazione non andrà mai in onda.

Una selezione del materiale, di cui l'Archivio AccasFilm detiene tutti i materiali ed i relativi diritti, è disponibile sul canale YouTube.